Logo Einstein grigio sfumato
e = m x c al quadrato

Che cos'è un DVR

Vediamo che cos'è un DVR (Digital Video Recorder), quali sono le sue caratteristiche e funzionalità e soprattutto perché sono destinati a sostituire i videoregistratori a cassette VHS.




Quando il VideoRegistratore fu proposto per la prima volta al pubblico, l'industria dei televisori reagì con il panico.

Questo nuovo apparecchio avrebbe permesso alla gente di registrare i propri programmi, guardarli quando ne avessero voglia, al contrario della tv convenzionale nella quale sono i programmatori del palinsesto a decidere orari, spot commerciali, ecc.

Ma l'industria dei televisori sopravvisse e i videoregistratori sono diventati di dominio pubblico.

Oggi però è soppraggiunta un'altra innovazione che consente ancora la registrazione dei programmi TV ma in modo ancora più conveniente: il Digital Video Recorder, o DVR.

Ci sono 3 tipologie principali di DVR:

-I TiVo
-I ReplayTV
-gli Ultimate TV

I TiVo è quella più diffusa. Vedremo ora di apprendere tutto sui DVR e capire perchè questi si distinguono nettamente da tutte le altre tecnologie di registrazione.


Come è fatto un DVR?

In breve un DVR non è altro che una unità informatica a disco rigido corredata di processore, memorie e sistema operativo, sistemata all'interno di un mobile che si adatta naturalmente agli ambienti dei sistemi HI-FI domestici.

L'unità a disco rigido è collegata al mondo esterno attraverso una varietà di connettori posti sul retro del dispositivo, come gli usuali connettori RCA a jack audio video, e simili, oltre alle prese d'antenna TV.Il DVR può quindi essere collegato a televisori, videoregistratori, antenne TV e ad impianti stereo.




Il sintonizzatore, il codificatore MPEG-2 e il decodificatore MPEG-3 sono tutti integrati nella scheda madre all'interno dei DVR. Il segnale televisivo entra nel DVR attraverso l'antenna integrata nel sintonizzatore (tuner) e quindi attraverso il cavo d'antenna di terra, oppure tramite il cavo satellitare.

Se il segnale proviene dal cavo di terra, questo entra nel codificatore MPEG-2, il quale converte i dati dal formato analogico a quello digitale: MPEG-2 è il metodo di compressione standard che consente di memorizzare così tanti contenuti in un singolo DVD.

Dal codificatore, il segnale viene distribuito contemporaneamente a 2 apparati: prima alla memoria di massa, cioè al disco fisso per essere memorizzato, poi ad un decodificatore MPEG-2, il quale converte il segnale nuovamente in formato analogico e lo manda al monitor TV in modo da permetterne la visione.

L'intero apparato è guidato da un sistema operativo personalizzato, per esempio, nel caso del TiVo, la macchina (CPU) esegue una sorta di versione Linux modificata. Il sistema operativo risiede nel disco fisso. Su quest'ultimo è allocato lo spazio libero previsto per le registrazioni, un buffer per trasmissione dal vivo e in alcuni casi anche spazio per future espansioni.

Nel caso che il segnale provenga dal cavo satellitare, non viene utilizzato il codificatore MPEG-2 perchè il segnale è già stato convertito in digitale dal satellite.

Questo si traduce in una qualità video nettamente migliore di quella che si ottiene nel caso di ingresso analogico da antenna di terra, dal momento che le compagnie di trasmissione satellitare, come DirectTV (in USA), utilizzano dei codificatori anlogico-digitali molto potenti.

Perché il DVR?

Mentre pare che il sistema sembri accattivante ad una prima analisi, la memorizzazione digitale del segnale televisivo apre tutto un nuovo ventaglio di possibilità per quanto riguarda la visione e il playback dei filmati.

Prima di tutto, un DVR non ha bisogno di cassette. Con un Videoregistratore, l'apparecchiatura stessa è soltanto uno strumento di incisione; la cassetta vergine è il supporto multimediale.

In un DVR, supporto e strumento sono un tutt'uno. Questa caratteristica rappresenta evidentemente un plus se non trovate mai una cassetta pulita quando arriva il momento di registrare qualche cosa, ma ecco il rovescio della medaglia: poichè il supporto (il disco fisso) è cablato all'interno della macchina, non è possibile aggiungere spazio di memoria supplementare.

(Ci sono siti Web sui quali si danno istruzioni su come aprire un DVR ed aggiungere un nuovo disco fisso, ma questo certamente comporterà anche il decadere della garanzia.) Espandere la capacità di registrazione è facile con un Videoregistratore VHS, infatti è sufficiente acquistare delle cassette vuote. Se volete espandere la capacità di un DVR invece, comporta acquistarne uno nuovo con disco più capiente.
Forse il più importante beneficio dei DVRs è nella possibilità di controllo delle funzioni di playback. Con un Videoregistratore VHS, dovete aspettare la fine di un programma televisivo prima di iniziare a vederne la registrazione. Nel caso del DVR, invece, non essendoci alcun nessun nastro da riavvolgere, questa limitazione non c'è più. Un programma la cui registrazione è iniziata 10 minuti fa può essere visto in un qualunque momento, anche se l'apparecchio sta acnora registrando.

Mettere in pausa la TV ?

Una delle caratteristiche principali dei DVR, che è anche una delle più battute dalla pubblicità, è l'abilità a "mettere in pausa una trasmissione TV".

Questa caratteristica ha provocato non pochi grattacapi ai consumatori, che si chiedono come ciò sia possibile.

L'espressione "mettere in pausa una trasmissione TV" infatti potrebbe essere fraintesa . Quando premete il pulsante Pausa sul telecomando del DVR, l'apparecchio inizia a registrare il programma ma "blocca" sul video il primo fotogramma, dando l'impressione della pausa, ma quando premete nuovamente il pulsante, le immagini della registrazione riprendono a scorrere regolarmente.

Il DVR riserva sempre una certa porzione di spazio del disco fisso alle registrazioni TV dal vivo: il live buffer Tivù.

Questo buffer mantiene sempre l'ultima ora di registrazione. Questo significa che se volete potete allontanarvi 10 minuti dalla stanza e al vostro ritorno potete rivedere la registrazione dal punto in cui l'avevate lasciata, purché il DVR sia mantenuto sullo stesso canale (il buffer viene svuotato ogni volta che cambiate il canale, ed il DVR ricomincia a registrare di nuovo).
Tutti i DVRs offrono funzionalità di ricerca di tutti i tipi, di solito per nome del programma, per nome degli attori, e nei casi più sofisticati, anche per parola chiave.

I DVR del tipo TiV offrono due funzioni particolarmente indicate per i più esigenti: la Wish List (lista dei preferiti) e la Season Passes (Programmazione stagionale). La Wish List permette di digitare (usando una tastierina virtuale sullo schermo) nomi o parole chiavi da tenere in evidenza. Per esempio, una Wish List potrebbe contenere come parola chiave 'Frank Sinatra' come attore, oppure cartoni animati con la parola "Dragon" nel titolo.

La funzione Season Pass, invece, permette di programmare il DVR in modo che venga registrata ogni puntata di un programma specifico ed anche specificare altre opzioni avanzate.

Qualità e Durata

La pubblicità solitamente dichiara che la durata di registrazione di un apparecchio DVR può variare da un minimo di 30 ad un massimo di 320 ore. Occorre precisare che questi dati non significano nulla, poichè lo spazio occupato da una registrazione varia in funzione della qualità di registrazione. I dati dichiarati dalla pubblicità si riferiscono alla qualità minima di registrazione.

Per esempio, un DVR di tipo TiVo può registrare programmi a quattro livelli di qualità differenti: standard, media, alta, o migliore. Un DVR TiVo con capacità di 30 ore può contenere 30 ore alla qualità standard, ma queste diventano soltanto 9 se si imposta la qualità migliore. La capacità di memorizzazione del disco fisso sui TiVo da 30 ore corrisponde a circa 30 Gigabyte. Se la qualità viene impostata sullo standard, si può dire che 1 Gigabyte corrisponde dunque ad 1 ora di registrazione, mentre se la qualità viene impostata sul massimo (migliore), allora per 1 ora di registrazione occorrono ben 4 Gigabyte!

Quindi quale è la differenza? Se avete visto qualche volta dei video sul web, avrete notato come i fotogrammi possono facilmente venire distorti. Ciò accade nel caso del DVR a livelli di qualità bassi, particolarmente se c'è molto movimento nell'immagine. Di conseguenza, setting di qualità diversi sono buoni per tipi diversi di programmi: Mentre un vecchio film nero-e-bianco o un talk show si guarderanno bene anche al livello di qualità standard, un programma sportivo con molte scene in movimento o un film d'azione risulterà praticamente inguardabile. Quindi se state pensando di acquistare un DVR principalmente per vedere trasmissioni sportive, forse sarebbe meglio optare per l'unità di capacità più alta.

Dimensione dei File

Nel DVR portatile Giga Pocket di Sony, i file per ciascun programma registrato sono memorizzati sul disco rigido di un normale PC. Se avete un disco con 60 Gigabyte liberi, li potrete utilizzare per salvarvi le registrazioni televisive. L'ammontare di spazio che un programma consuma sul disco rigido dipende sia dalla lunghezza del programma che dalla qualità di incisione. Il Giga Pocket offre tre modalità riguardo alla qualità:

· LP - Il filmato viene archiviato come un file MPEG-1 estremamente compresso
· SP - Il filmato viene archiviato come un file MPEG-2 moderatamente compresso
· HQ - Il filmato viene archiviato come un file MPEG-2 di alta qualità

In modalità HQ, un programma di un'ora consuma approssimativamente 3.35 gigabyte. In modalità SP, un programma di un'ora consuma approssimativamente 1.7 gigabyte. In modalità LP, un programma di un'ora consuma approssimativamente 0.6 gigabyte.
In altre parole, potete memorizzare circa 18 ore di filmati su 60 gigabyte di spazio in modalità HQ. In modalità SP, invece potete memorizzare circa 36 ore. In modalità LP, infine, potete memorizzare circa 100 ore.

In termini di qualità, la modalità LP può presentare qualche difetto, ma tutto sommato il filmato è guardabile. La modalità SP sembra buona. La modalità HQ può sembrare eccessiva, ma in fondo non c'è una grande differenza tra SP e HQ se state guardando un programma registrato via cavo o antenna tv. Forse se aveste necessità di registrare un filmato s-video proveniente da un DVD Player o da una videocamera digitale e aveste bisogno di conservare ogni dettaglio, allora la modalità HQ sarebbe giustificabile in questo caso.

Esattamente come accade nel caso del disco fisso di un PC, cancellare un filmato da un DVR non comporta cancellare il filmato stesso, ma semplicemente il riferimento sul File System della posizione esatta in cui inizia la registrazione del filmato e la sua lunghezza. I dati grezzi del filmato restano memorizzati fino a che una nuova registrazione non verrà salvata, sovrascrivendone i dati di quello precedente.

Costi ricorrenti

Diversamente dal VCR, i DVRs di solito hanno un canone mensile. Questo perché l'apparato si collega ogni 2 o 3 giorni ad un server per scaricare le nuove griglie dei programmi TV (I DVRs necessitano di essere collegati ad una linea telefonica, e possono essere configurati per impegnare la linea durante le ore notturne o in altri orari definiti dal'utente).
Il servizio TiVo addebita un canone mensile fisso, ma offre la scelta di pagare soltanto una quota una tantum all'inizio e poi più nulla per tutta la durata dell'abbonamento.
L'UltimateTV di Microsoft addebita un canone mensile, ma non offre sottoscrizioni a vita. ReplayTV non addebita attualmente alcun canone mensile per il servizio, ma richiede un canone di attivazione una tantum, questo servizio tende ad essere un poco più costoso di quello dei concorrenti.
Se non pensate di guardare i vostri show sul piccolo schermo, esiste una soluzione alternativa per i proprietari di PC: prodotti come l'ATI All-In-Wonder e Sony Giga Pocket consentono di catturare il segnale televisivo direttamente in formato digitale sul disco fisso del PC, utilizzando il PC come una stazione DVR.
In questo caso non c'è alcun canonemensile da pagare, ma si perde il vantaggio di disporre di alcune funzionalità avanzate cone le griglie programmi aggiornate, la programmazione stagionale. Giga Pocket permette di salvare programmi registrati su VHS o su DVD-R, e la maggior parte di questi apparecchi sono dotati di jacks "video out", consentendo quindi di collegare il vostro TV al PC.





Grafica e Multimedia


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"Comprendere il PC Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/pc.html





Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube

Iscrivimi ora





Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...


Cerca sul web con Google: