Logo Einstein grigio sfumato
e = m x c al quadrato

CCNL Colf

Declaratorie professionali del CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro) dei lavoratori del settore lavoro domestico e tabella di sintesi. Accordo 8 marzo 2001 in vigore per la parte normativa dal 8 marzo 2001 al 7 marzo 2005.




Categorie dei lavoratori.

I prestatori di lavoro si suddividono in 4 categorie:

1a categoria super.

Vi appartengono coloro che attestino professionalità specifica sul  piano pratico operativo e che, svolgendone le mansioni, siano in possesso di un diploma specifico o attestato professionale riconosciuto dallo  Stato o
enti pubblici;

1a categoria.

Vi appartengono coloro che con piena autonomia e responsabilità presiedano all'andamento della casa per esplicito incarico delegato  dal datore di lavoro, o  comunque svolgano mansioni per le quali occorra una specifica elevata  competenza  professionale (ad esempio:  addetto alla compagnia, istitutore, puericultore, governante, direttore di casa, maggiordomo, capo cuoco o chef, infermiere diplomato generico, assistente geriatrico).

2a categoria.

Vi appartengono coloro che svolgono mansioni relative alla vita familiare con la necessaria specifica capacità professionale (ad esempio: assistente all'infanzia o  baby  sitter, autista, cuoco, cameriere, guardarobiere,
addetto  alla  stiratura, custode o portinaio di ville  o case private, lavoratore generico che abbia compiuto il periodo di servizio  di  cui al successivo art. 12 e ogni altro lavoratore che non rientri nella 1a super,
nella 1a o nella 3a categoria).

3a categoria.

Vi appartengono i prestatori di lavoro generico che non abbiano compiuto il  periodo di servizio di cui al successivo art. 12.  Vi  appartengono, inoltre, coloro che svolgono mansioni esecutive prettamente manuali o  di
fatica (ad  esempio:  addetto esclusivamente  alle  pulizie,  addetto al giardino  per lavori di manutenzione ordinaria, aiuto di cucina,  addetto alla lavanderia, stalliere, assistente agli animali domestici).

Art. 11 - Mansioni plurime.

Il lavoratore addetto allo svolgimento di mansioni plurime  ha  diritto all'inquadramento nel livello corrispondente alla mansione prevalente e al relativo trattamento retributivo.

Art. 12 - Passaggio dalla 3a alla 2a categoria.

Il lavoratore generico passa automaticamente dalla 3a alla  2a  categoria con le seguenti modalità:

- dopo 3 anni di servizio se l'assunzione avviene prima del compimento del 16° anno d'età;
- dopo 2 anni di servizio se l'assunzione avviene tra il 16° anno d'età e prima del compimento del 18°;
- dopo 14 mesi per tutti gli altri casi.

Per  il  raggiungimento dei periodi sopra citati, il lavoratore deve aver compiuto  almeno 6 mesi presso lo stesso datore di lavoro. Il possesso  di uno  specifico attestato professionale riconosciuto comporta la  riduzione
di 1 anno per il passaggio di categoria.

Art. 13 - Discontinue prestazioni assistenziali d'attesa notturna.

Al personale  non infermieristico espressamente assunto per  discontinue prestazioni assistenziali di attesa notturna all'infanzia, ad  anziani,  a portatori di handicap o  ammalati, sarà corrisposta  la  retribuzione
prevista dalla tabella C allegata al presente contratto, qualora la durata della prestazione sia interamente ricompresa tra le ore 20 e le 8, fermo restando quanto previsto dal successivo art.  17  nonché  l'obbligo di
corresponsione   della prima  colazione,  della cena e  di   un'idonea sistemazione per la notte.

L'assunzione ai sensi del precedente comma dovrà risultare da apposito atto  sottoscritto dalle parti; in tale atto devono essere indicate  l'ora d'inizio  e quella di cessazione dell'assistenza e il  suo carattere  di
prestazione discontinua. Art. 14 - Prestazioni esclusivamente d'attesa.

Al personale  assunto esclusivamente per garantire la presenza  notturna, sarà  corrisposta la retribuzione prevista dalla tabella D  allegata  al presente   contratto,  qualora la durata della  presenza  stessa   sia
interamente  ricompresa tra le ore 21 e le 8, fermo restando l'obbligo di consentire  al  lavoratore  il completo riposo notturno in un alloggio idoneo.

Qualora  venissero richieste  al  lavoratore  prestazioni diverse  dalla presenza, queste non  saranno considerate  lavoro  straordinario,  bensì retribuite aggiuntivamente in base alla tabella B (2a categoria)  allegata
al presente contratto, con  le eventuali maggiorazioni  contrattuali  e limitatamente al tempo effettivamente impiegato.

L'assunzione dovrà  risultare da apposito atto sottoscritto e  scambiato dalle parti.



Come si legge un Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro

Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html





NOVITA'!

'VIDEO TUTORIAL
DOWNLOAD AREA'

(Fai clic sull'immagine
qui sotto per vedere
una anteprima della
pagina di accesso)



L'accesso è riservato agli iscritti ai corsi on line www.mc2.it

Acquista anche uno solo
dei nostri corsi
per avere immediatamente
accesso alla
'Videotutorial Download Area': è facile, basta un clic:

http://www.mc2.it



Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube

Iscrivimi ora



Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...


Cerca sul web con Google: