CCNL pubblici esercizi preavviso

Il periodo di preavviso e la misura della relativa indennitÓ sostitutiva nel settore dei pubblici esercizi sono regolati dagli articoli 173 e 174 del CCNL 28/05/2014 Confcommercio.

Art. 173 - Preavviso di licenziamento o di dimissioni

(1) Tanto per il caso di licenziamento quanto per quello di dimissioni i termini di preavviso sono i seguenti:

a) fino a 5 anni di servizio compiuti:

livelli preavviso

A,B e 1 60 giorni
2 e 3 30 giorni
4 e 5 20 giorni
6s,6 e 7 15 giorni

b) oltre i 5 anni e fino a 10 anni di servizio compiuti:

livelli preavviso

A,B e 1 90 giorni
2 e 3 45 giorni
4 e 5 30 giorni
6s,6 e 7 20 giorni


c) Oltre i 10 anni di servizio compiuti:

livelli preavviso

A,B e 1 120 giorni
2 e 3 60 giorni
4 e 5 45 giorni
6s,6 e 7 20 giorni

(2) Durante il periodo di preavviso per licenziamento, il dipendente che ne abbia la necessità godrà di un permesso straordinario giornaliero concordato con il datore di lavoro, non superiore a due ore, per le pratiche relative alla ricerca di altra occupazione.

Articolo 174 - Indennità sostitutiva del preavviso

(1) Il datore di lavoro, in luogo del preavviso, potrà dare al personale licenziato, per l'intero periodo di preavviso stesso, la normale retribuzione salvo quanto diversamente previsto per i pubblici esercizi.

(2) Il dipendente avrà uguale obbligo di indennizzo verso il datore di lavoro, laddove si dimetta senza rispettare i termini di preavviso.

(3) Il datore di lavoro avrà diritto di rivalersi di tale indennizzo sulle competenze di spettanza del dipendente dimissionario, oppure su altri crediti eventualmente in sue mani in dipendenza del rapporto di lavoro e di proprietà dello stesso dipendente.

(4) Nei casi di licenziamento il preavviso non puà avere inizio nè durante la malattia nè durante le ferie. Le ferie non possono essere concesse durante il preavviso.


Codice Civile e Periodo di Preavviso.

Quando il rapporto di lavoro è a tempo indeterminato ed il lavoratore non è in prova, l'art. 2118 c.c. impone alla parte recedente, sia esso datore di lavoro o lavoratore, l'obbligo di dare il preavviso.

Il preavviso si configura così come l'atto con cui si comunica anticipatamente, e con un congruo termine, la data di cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Funzione dell'istituto è di porre il contraente che subisce il recesso in condizioni di colmare il vuoto che si verrebbe a creare al momento della risoluzione del rapporto.

Si tratta, quindi, di una garanzia bilaterale, in quanto tutela le reciproche posizioni dei contraenti nel corso del rapporto, che continua a spiegare tutti i suoi effetti fino alla scadenza.


Indennità sostitutiva del preavviso

Se la parte recedente non rispetta i termini del preavviso è tenuta a corrispondere un'indennità sostitutiva, pari all'equivalente della retribuzione del periodo in questione.

Funzione dell'indennità sostitutiva del preavviso è quella di assicurare alla parte non recedente un risarcimento del danno corrispondente al mancato guadagno per il periodo in cui il contratto doveva avere esecuzione.



CCNL Turismo e Pubblici Esercizi

Come si legge un Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro

Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html

Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube



Potrai restare aggiornato
sui nostri pi¨ recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...



Cerca sul web con Google:






Iscriviti alla newsletter: E' GRATIS! (?)

 Nome: (?)

 (?)

e-mail: (?)

 (?)

Newsletter:

formato preferito:

Microsoft Access (?)

Impariamo Excel e il VBA(?)

Internet "da zero"! (?)

Html (?)

Consiglio

(?) = Aiuto

Leggi qui la Informativa completa sulla privacy.