Che cos’è questo famoso TAEG ?

Il Tasso Annuo Effettivo Globale è il costo effettivo di un mutuo o di un finanziamento rateale e corrisponde in pratica al tasso di interesse effettivo annuo che eguaglia finanziariamente il prestito iniziale alla sommatoria degli importi rimborsati.

Da alcuni anni si fa un gran perlare di termini come TAEG, TAN, Finanziamento a tasso zero, e chi più ne ha più ne metta, ma che cos'è un TAEG e soprattutto qual è il suo significato tradotto in soldoni ?

Vedremo in questa "Mini-guida" anche come viene calcolato il TAEG e come si può calcolare il TAEG con Excel e anche con la semplice calcolatrice di Windows!

Intanto qualche definizione è d'obbligo: TAEG significa Tasso Annuo Effettivo Globale, mentre TAN significa Tasso Annuo Nominale. Il più importante è il primo poiché rappresenta il costo effettivo dell'operazione di finanziamento, comprensivo di costi iniziali come i costi di perizia o le spese di apertura pratica, e anche dei costi gravanti su ogni singola rata, come ad esempio le commissioni bancarie.

Il TAN invece è il tasso nominale ed è quello che viene utilizzato normalmente per determinare tecnicamente il piano d'ammortamento che vi consegna la banca nel caso del mutuo oppure la società di finanziamento, su richiesta.

La comunicazione del TAEG ai consumatori è stata resa obbligatoria soltanto da pochi anni, prima non era neppure citato.

Ma perché è così importante il TAEG? Perché vi serve a comparare per esempio offerte similari, alternative o in concorrenza tra di loro: se i calcoli sono fatti bene e se vengono presi in considerazione tutti i costi, allora potete disporre di un potente strumento decisionale!

Per capire veramente che cos'è un TAEG occorre capire prima il valore temporale del danaro.
E' chiaro a tutti che 5000 Euro (o Dollari) ricevuti o pagati oggi e 5000 Euro (o Dollari) da ricevere o pagare in 5 anni, 1000 Euro o Dollari ogni anno, non sono la stessa cosa!

Ma qual è il valore di 5000 Euro da ricevere o da pagare in 5 rate annuali? La prima formula che occorre imparare a memoria è quella mostrata in figura 1.

Questa formula è fondamentale perché serve a calcolare il valore attuale di qualunque somma che sarà disponibile tra 'n' periodi (mesi, bimenstri, trimestri, anni, ecc.) ma riferita appunto al momento presente.

La lettera 'C' sta per Capitale, la lettera 'i' sta per interesse, 'n' sta per numero di periodi, e si intende che al denominatore della frazione occorre fare un elevamento a potenza.

Facciamo un esempio concreto: vogliamo sapere qual'è il valore attuale della somma di € 1000,00 disponibile tra 5 anni al tasso nominale annuo del 5%.

Bene, applicando la formula il calcolo è presto fatto: € 1000,00 : (diviso) (1 + 0,05 ) ^ (elevato a) 5 = € 1000,00 : (1,2762815625) = € 783,53 (SettecentoOttantaTre Euro e 53 centesimi di Euro).

Qual è l'interpretazione di tutto questo? Che € 1000 disponibili tra 5 anni valgono oggi esattamente € 783,53 (se il tasso nominale è il 5%)

Oppure che la quinta rata di un mutuo semestrale che pagherete fra 5 semestri (2 anni e mezzo) vale il 78,35% del suo importo nominale, ma riferita ad oggi (sempre se il tasso nominale è il 5%)

Quello che genera confusione tra molti è proprio questo: il fatto che 2 somme, disponibili in tempi diversi, non siano confrontabili, mentre invece lo sono eccome!

Quello che occorre fare è attualizzare tutte le somme al momento attuale, cioè il giorno in cui ricevete il finanziamento.

Nella figura 2 è illustrato il concetto, e cioè che in termini nominali le somme disponibili o esigibili a scadenze differenti non sono confrontabili, ma lo diventano nel momento in cui riportiamo al valore attuale l'importo di ciascuna scadenza temporale.

Ma vediamo ora di complicare un po' le cose: tornando all'esempio iniziale, quello dei 5000 Euro disponibili in 5 anni, supponiamo che la somma debba essere pagata a rate costanti annuali, in ragione di € 1000 ogni anno.

Prima abbiamo calcolato il valore della sola quinta rata, ma come si fa a sapere qual è il valore attuale di tutti i 5000 Euro?

La risposta è nella figura 3: occorre semplicemente fare la sommatoria dei valori attuali delle singole rate.

Per effettuare il calcolo dell'elevamento a potenza della quinta rata con la calcolatrice di Windows, fate clic su Avvio, Programmi, Accessori, Programmi di Utilità, Calcolatrice, quindi nel menù visualizza selezionate Scientifica (figura 5).

Per fare un calcolo di elevazione a potenza inserite per prima cosa il valore della base, in questo caso 1.05, poi fate clic sul pulsante x^y evidenziato in figura.

A questo punto introducete il valore dell'esponente, cioè 5 e quindi fate clic sull'operatore di uguale (=)

Il risultato che otterrete è: 1,2762815625

Quindi ripetendo passo passo lo stesso procedimento per ciascuno dei 5 versamenti, non ci resta che incolonnarli e poi tirare giù le somme: il risultato è di € (o $) 4329,48 (QuattromilaTrecentoVentinove e 48 cent.)

I 5000 Euro da ricevere in 5 rate annuali valgono oggi esattamente 4329,48 Euro (al tasso nominale del 5%).

Consigliamo di leggere anche queste altre miniguide correlate per capire ancora meglio che cosa sono TAEG e TAN:

Come si calcola la rata del mutuo

Vediamo come si effettua il calcolo della rata di un mutuo o di un finanziamento per l'acquisto di un immobile o di qualsiasi altro bene di consumo.

Calcolo del mutuo con Excel

Come calcolare il mutuo con Microsoft Excel. Vediamo come si calcola il mutuo con Excel nelle 2 differenti ipotesi: nota la rata ma non il tasso oppure noto il tasso ma non la rata. Si consiglia di leggere prima la Miniguida Come si calcola la rata del muto.

Valutare un finanziamento a tasso zero

Vediamo come si valuta un finanziamento cosidetto a "tasso zero" e decidere se è davvero conveniente o meno.

Come si calcola la rata del leasing

Il calcolo della rata di un leasing operativo o finanziario è diverso se il bene è un autoveicolo oppure se è un immobile, un impianto o una attrezzatura.

Come scegliere il mutuo più favorevole.

Per capire se un mutuo può fare al caso vostro bisogna tenere conto di diversi elementi. Oltre al tasso d'interesse, è importante anche valutare il livello delle spese e la convenienza delle condizioni contrattuali.






Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html

Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube



Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...



Cerca sul web con Google:




Guarda il video-tutorial
sul nostro canale Youtube:


Che cos' è questo T.A.E.G.?

NOVITA'!

'VIDEO TUTORIAL
DOWNLOAD AREA'

(Fai clic sull'immagine
qui sotto per vedere
una anteprima della
pagina di accesso)



L'accesso è riservato agli iscritti ai corsi on line www.mc2.it

Acquista anche uno solo
dei nostri corsi
per avere immediatamente
accesso alla
'Videotutorial Download Area': è facile, basta un clic:

http://www.mc2.it



Iscriviti alla newsletter: E' GRATIS! (?)

 Nome: (?)

 (?)

e-mail: (?)

 (?)

Newsletter:

formato preferito:

Microsoft Access (?)

Impariamo Excel e il VBA(?)

Internet "da zero"! (?)

Html (?)

Consiglio

(?) = Aiuto

Leggi qui la Informativa completa sulla privacy.