Come si legge la bolletta telefonica

Vediamo come si legge la bolletta del telefono per controllare se le voci addebitate sono corrette e per sapere quanto ci costano le telefonate che facciamo.

Il rapporto fra Telecom e l'utente fa riferimento a un Regolamento di Servizio che si trova sull'avantielenco: non si tratta di un contratto, ma di un Decreto ministeriale.

La commissione di conciliazione cui si fa riferimento nel Regolamento di Servizio è stata istituita dalla stessa Telecom.

Per contestare al gestore errori nei conteggi, ritardi o mancati interventi, bisogna inviare una raccomandata con avviso di ricevimento, da inviare alla filiale competente per territorio, indicata nella bolletta.

Nella figura 1 abbiamo riportato la prima parte di una comune bolletta Telecom relativa ad una linea telefonica residenziale. 1. Dati identificativi dell'abbonato e relativo indirizzo.

2. Numero di telefono al quale si riferisce la bolletta preceduto dal prefisso di distretto.

3. Ubicazione geografica del punto in cui si trova la presa del vostro telefono (localita, indirizzo, civico, interno, ecc.)

4. Codice fiscale dell'abbonato

5. Totale della bolletta in Euro (comprensivo di IVA)

6. Data di scadenza della bolletta. Sotto vengono riportate tre informazioni: la modalità di pagamento, se i conti precedenti sono regolari oppure no e la data della prossima bolletta.Passiamo alla seconda parte della nostra bolletta, probabilmente più interessante della prima.
Figura 2:

. In questa sezione trovate il costo per consumi, cioè in pratica i costi variabili, quelli che si riferiscono alle telefonate effettivamente fat nel periodo indicato (nell'esempio dal 1/12/2004 al 31/1/2005).

Le chiamate sono suddivise per tipo e quindi per tariffa.  Per esempio le locali o urbane hanno una tariffa, le interurbane un'altra tariffa, quelle versi cellulari un'altra ancora.

Le telefonate interurbane costano sempre di più di quelle locali e quelle verso i cellulari molto di più delle interurbane.

Le fasce orarie un tempo rilevanti, oggi tendono a diminuire di importanza, anche se Telecom probabilmente ancora oggi ne tiene conto, soprattutto per scopi promozionali più che di tariffa.


In ogni caso ricordate che la tariffa che pagate a Telecom è sempre composta di 2 parti: uno scatto alla risposta e un costo per ciascun minuto di conversazione effettiva.

Entrambe queste informazioni si possono rilevare dall'avantielenco.

Passiamo per un attimo alle colonne 8,9,10 e 11 e quindi lasciamo in sospeso temporaneamente la sequenza verticale o per riga.


In colonna 8 abbiamo la Quantità, che rappresenta il numero delle telefonate fatte, sempre nel periodo di riferimento.

In colonna 9 la Durata, espressa sempre in Ore, Minuti e Secondi di conversazione.

In colonna 10 il costo addebitato in euro e in colonna 11 l'aliquota iva, che non è compresa nei valori di colonna 10.

Quindi per sapere quanto è costata mediamente un minuto di conversazione per questa bolletta procediamo nel modo seguete:

Prendiamo la durata delle locali, che è di 1 ora, 22 minuti e 48 secondi.

Arrotondiamo i secondi al minuto intero più vicino, quindi 1 ora e 23 minuti.

Trasformiamo tutto in minuti: siccome in un ora ci sono 60 minuti, nel totale avremo 60 + 23 = 83 minuti.

Ora prendiamo l'importo di colonna 10, cioè i 2,81 euro e li dividiamo per 83, ottenendo il risultato di euro 0,033855, cioè 3,38 eurocent: questo è il nostro costo al minuto per le telefonate urbani senza iva.

Se lo vogliamo con iva, magari per confrontarlo con le offerte di altri operatori, basta moltiplicarlo per 1,20, che fa 4,06 eurocent.

Seguendo lo stesso metodo troviamo che il costo di una telefonata interurbane è costata € 0,52 : 3 x 1.20 = 21 eurocent

Il costo di un minuto verso i cellulari invece è di € 0,41 : 1 x 1.20 = 49,20 eurocent.

Infine il costo di una telefonata internazionale è stato di € 0,36 : 1 x 1.20 = 43,2 eurocent.


Osserviamo ora che sempre nella sezione 1 appaiono 2 voci: "A numeri speciali di altro operatore" per € 25,45 e "Internet numeri 701 e 702 di altro
operatore" per € 1,66.

Queste ultime 2 voci spesso sono proprio quelle che incidono di più sulla bolletta e che ci fanno arrabbiare, ma volete sapere perchè?

Perchè si tratta di chiamate verso servizi speciali a pagamento, che solitamente hanno un costo molto più elevato delle comuni telefonate.

Nel caso di numeri speciali ad altro operatore, Telecom spartisce il ricavato con i fornitori terzi di servizi, i quali spesso utilizzano una comunicazione di marketing molto aggressiva e quindi l'utente si trova molto più vulnerabile nel momento in cui deve effettuare la scelta.

In oltre c'è da aggiungere che psicologicamente viene dato molto valore al fatto di poter usufruire di certi servizi comodamente seduti in poltrona, ma attenzione! Molti di questi servizi non sono strettamente necessari perchè li avete magari gratis sul televideo oppure su internet!

Fate attenzione quando chiamate i numeri speciali di altri operatori!Ma torniamo alla nostra bolletta: alla voce Internet numeri 701 e 702 trovate il costo delle vostre connessioni ad internet, quando vi collegate con modem e linea analogica.

Per chi ha un abbonamento adsl flat di solito si riceve una fattura a parte.

Punto 2: costo per abbonamenti: Linea, servizi, offerte.

Da questa sezione in avanti sono tutti costi fissi, cioè li pagate sia che facciate delle telefonate che no!

Linea telefonica clienti privati, € 24,28 è il famosissimo canone telecom, che incide praticamente per 14,57 euro al mese (24,28 : 2) x 1,20 perchè l'importo è bimestrale, in definitiva sono 30.000 delle vecchie lire al mese.

Il rigo "Chi è" contiene l'importo di € 2,58 e si riferisce ad un servizio aggiuntivo richiesto a Telecom soltanto per conoscere il numero del chiamante sui telefoni vecchio tipo, sirio.

Oggi praticamente questo tipo di servizio è diventato obsoleto perchè con i telefonini siammo abituati a non pagare per vedere il numero del chiamante.

Punto 3. Costo per noleggi e manutenzione, € 2,58. Si tratta quasi sempre del noleggio del telefono di emergenza, vi ricordate quel vecchio apparecchio a disco che vi davano tantissimo tempo fa quando vi recavate agli uffici cittadini di Telecom per richiedere una nuova linea? Beh è quello lì!

Punto 4. Altri addebiti/accrediti, Hello gratis è uno storno, e anche il rigo successivo, la voce "Contributo spese spedizioni Conto Telecom Italia" per € 0,31 si riferisce invece al costo di spedizione della bolletta (discutibile anche questa)

Punto 5. Arrotondamenti attuali e precedenti: € 0,39

Punto 6. Calcolo del totale da pagare: € 60,96, si tratta della somma di tutte le voci precedenti.

A questa voce va aggiunta l'iva 20%, cioè € 12,19.

Le ultime 2 righe si riferiscono ad operazioni di storno.

Punto 7: Il totale della nostra bolletta è di € 71,00, praticamente quasi 140.000 delle vecchie Lire per circa 1 ora e 25 minuti al telefono, niente male, no?





Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html

Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube



Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...



Cerca sul web con Google:






Iscriviti alla newsletter: E' GRATIS! (?)

 Nome: (?)

 (?)

e-mail: (?)

 (?)

Newsletter:

formato preferito:

Microsoft Access (?)

Impariamo Excel e il VBA(?)

Internet "da zero"! (?)

Html (?)

Consiglio

(?) = Aiuto

Leggi qui la Informativa completa sulla privacy.