Cosa fare se perdi il bancomat o la carta di credito

Vediamo cosa si può fare nella malaugurata ipotesi che abbiate smarrito la vostra tessera bancomat oppure la vostra carta di credito.

Non appena si scopre di aver perso la tessera, o subito dopo il furto, telefonate al numero verdeper bloccare la carta, al telefono l'operatore vi darà un numero di bloccoche dovrà essere indicato nella lettera di conferma che deve essere inviata (meglio con raccomandata con avviso di ricevimento, ai fini della prova), in genere entro 48 ore (controllate sul contratto), alla dipendenza della banca presso la quale si ha il conto corrente .
 
Successivamente è necessario recarsi alla più vicina stazione dei carabinieri oppure negli uffici della polizia municipale o in questura per fare la denuncia di smarrimento dei documenti.

Una volta in possesso  del verbale di avvenuta denuncia di smarrimento, bisogna allegarne una copia alla lettera da inviare alla banca di cui sopra. Con la telefonata al numero verde si blocca la carta (cosa che dovrebbe impedirne l'uso illecito da parte di altri), ma soltanto dopo aver completato tutta la procedura sarete veramente certi di non essere più responsabili di un'eventuale sottrazione di denaro da parte di terzi.

E richiesta anche la denuncia, da presentare con la conferma del blocco.

Secondo la raccomandazione europea, che però non è vincolante, il titolare, anche prima della comunicazione telefonica, dovrebbe essere responsabile al massimo fino a 150 euro (circa 300 mila lire).

Invece quasi tutti i regolamenti bancomat (tranne forse qualche eccezione) non rispettano questa indicazione: la responsabilità del titolare fino al momento della comunicazione è nella maggior parte dei casi totale, senza alcun limite. La sostituzione della carta è sempre gratuita mentre spesso si paga la procedura di blocco

Il costo può variare da un minimo di 5 euro ad un massimo di 25 euro.

Se si chiama dall'italia, il numero verde indicato per il blocco del bancomat è sempre lo stesso, qualunque sia la banca che emette la carta (800-822056).

Anche quello per il blocco dall'estero è lo stesso (02-38010470), varia semplicemente il prefisso internazionale necessario per chiamare l'italia dai diversi Paesi stranieri.

Alcune banche indicano anche numeri di telefono riservati ai propri clienti, da usare nel caso in cui quello comune fosse occupato. Qualche buona regola per evitare il peggio

• Scegliete una carta di credito o un bancomat che rispetti la raccomandazione comunitaria e che quindi abbia un limite di responsabilità di 150 euro (o meno) nel caso di uso fraudolento della carta prima del blocco.

Non portate insieme alla carta il PIN, per evitare che possano accusarvi di colpa grave e che vi venga addossata la responsabilità totale in caso di furto.

• Portate con voi i numeri di telefono da chiamare per il blocco: è importante comunicare prima possibile il furto o la perdita della carta.

• Ricordate, dopo la chiamata, di fare anche denuncia del fatto e di inviare una copia alla banca (per i bancomat) o all'ente emittente (per le carte di credito). Cosa fare in caso di furto o smarrimento della carta di credito.

Anche in questo caso, come per il bancomat, le cose da fare in caso di furto o smarrimento sono tre:

1) telefonare ai numeri indicati dagli emittenti per dare comunicazione di quanto è successo;

2) fare denuncia;

3) dare conferma scritta all'emittente entro 48 ore (trovate l'indirizzo sull' estratto conto), con allegata copia della denuncia all'autorità.Attenzione! Molte carte di credito non seguono la raccomandazione europea e addebitano tutte le spese fatte illecitamente dal ladro fino al momento della comunicazione
all'ente emittente.

Da notare, però, che ci sono regolamenti migliori della raccomandazione.

Ad esempio le carte Diners club Base e American Express Verde, che addebitano al massimo 15 euro fino al momento della comunicazione.

Fa meglio carta Blu di American Express che non addebita neanche un centesimo.
 
A volte, in caso di furto o smarrimento, è prevista la possibilità di richiedere una tessera sostitutiva provvisoria valida per il periodo di attesa della nuova carta che sostituisce quella bloccata.

È una tessera emessa dallo stesso circuito di riferimento (Visa, Mastercard...) su cui è riportato il numero che poi sarà impresso sulla tessera definitiva e che il titolare può trovare presso una banca del circuito anche se si trova all'estero.

La richiesta va fatta per telefono (i numeri di solito sono sul sito della banca) e la si ritira in una delle banche aderenti al circuito della carta.

Ti potrebbero anche interessare:


Come scegliere la carta di credito

A cosa fare attenzione prima di acquistare on line

Usare la carta di credito per gli acquisti on line

Carta di credito prepagata

Carta di credito rateale

I Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC)

Torna a:






Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html

Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube



Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...



Cerca sul web con Google:






Iscriviti alla newsletter: E' GRATIS! (?)

 Nome: (?)

 (?)

e-mail: (?)

 (?)

Newsletter:

formato preferito:

Microsoft Access (?)

Impariamo Excel e il VBA(?)

Internet "da zero"! (?)

Html (?)

Consiglio

(?) = Aiuto

Leggi qui la Informativa completa sulla privacy.