Registrazione dei contratti

L'imposta di registro è conseguente alla registrazione di un contratto o di un atto presso l'Ufficio del registro o presso l'Ufficio delle entrate e si applica sia agli atti soggetti a registrazione obbligatoria, sia a quelli registrati volontariamente.

L'imposta di registro (D.P.R n. 131 del 26 aprile 1986) è conseguente alla registrazione di un contratto o di un atto presso l'Ufficio del registro o presso l'Ufficio delle entrate (laddove istituito).

L'imposta di registro si applica sia agli atti soggetti a registrazione obbligatoria, sia a quelli registrati volontariamente.

Quando la registrazione è effettuata per volontà delle parti e non per obbligo legale, oltre ad assolvere funzione tributaria, la registrazione attesta l'esistenza dell'atto e gli attribuisce data certa (art. 2704 c.c.).

Quando la registrazione è obbligatoria, in relazione al momento in cui sorge l'obbligo si distinguono in atti soggetti a registrazione in termine fisso e atti soggetti a registrazione solo in caso d'uso.

Atti soggetti a registrazione in termine fisso

Sono da presentare alla registrazione entro 20 giorni (entro 30 giorni per i contratti di locazione di immobili situati in Italia) dalla data dell'atto se formato in Italia, oppure entro 60 giorni se formato all'estero:

- gli atti indicati nella tariffa, parte I, allegata al D.P.R. 131/1986, se formati per iscritto in Italia;

- i contratti verbali di cessione o di affitto di aziende esistenti in Italia e di costituzione o trasferimento di diritti reali di godimento sulle stesse e relative cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite;

- alcune operazioni di società estere ed enti esteri (ad esempio: istituzione in Italia della sede amministrativa);

- gli atti formati all'estero che comportano trasferimento della proprietà o di altri diritti reali su beni immobili ed aziende esistenti in Italia e quelli relativi alla locazione o all'affitto di tali beni.

Gli altri atti formati allestero sono soggetti a registrazione solo in caso d'uso.

Atti soggetti a registrazione in caso d'uso


Sono elencati nella tariffa, parte II, allegata al D.P.R. 131/1986 e sono soggetti a registrazione quando vengono depositati presso le cancellerie giudiziarie nell'espletamento di attività amministrative (non per il semplice contenzioso giudiziario) o presso uffici pubblici, salvo che il deposito avvenga ai fini dell'adempimento di un obbligo nei confronti delle suddette amministrazioni, enti od organi, o sia obbligatorio per legge o per regolamento.


Atti soggetti a registrazione volontariamente


Gli atti elencati nella tabella allegata al D.P.R. 131/1986 non sono soggetti a registrazione nemmeno in caso d'uso; se presentati volontariamente alla registrazione, l'imposta è dovuta in misura fissa.

Chiunque vi abbia interesse può richiedere in qualsiasi momento la registrazione di un atto.

Il termine per la registrazione decorre:

- per gli atti formati in più giorni: dalla data di chiusura dell'atto;

- per le scritture private autenticate: dal giorno dell'ultima autenticazione;

- per i contratti verbali: dall'inizio della loro esecuzione (ad eccezione dei contratti di affitto dei fondi rustici non formati per atto pubblico o scrittura privata autenticata);

- per gli atti soggetti ad approvazione della pubblica amministrazione od omologazione: dal giorno in cui i soggetti obbligati hanno avuto notizia dell'avvenuta approvazione od omologazione.


La richiesta di registrazione comporta:

- per gli atti scritti, la presentazione della richiesta in duplice esemplare su apposito stampato;

- per gli atti pubblici o scritture private autenticate, la presentazione dell'atto in originale, di una copia conforme, e di una copia in carta libera se l'atto riguarda diritti immobiliari;

- per le scritture private non autenticate, la presentazione di due originali o di un originale e una fotocopia;

- per gli atti in lingua straniera, l'allegazione di una traduzione giurata;

- per i contratti verbali, la presentazione di una denuncia in doppio originale su modelli forniti dall'ufficio, sottoscritta da almeno uno dei contraenti.

Eseguita la registrazione, l'Ufficio restituisce un originale o una fotocopia conforme annotata al richiedente, conservando l'altro originale per 10 anni (dopo questo termine l'atto viene trasmesso all'archivio notarile, ad eccezione delle denunce di contratti verbali e dei modelli che vengono distrutti).

Per applicare l'imposta di registro occorre innanzitutto identificare esattamente l'intrinseca natura dell'atto e gli effetti giuridici prodotti, prescindendo dal titolo o dal nome attribuito dalle parti.

Se un atto contiene più disposizioni che non derivano necessariamente le une dalle altre, l'imposta è applicata su ciascuna separatamente; se le disposizioni contenute nell'atto derivano le une dalle altre, l'imposta si applica solo su quella più onerosa.

Se un atto tratta di beni e diritti soggetti ad aliquote diverse, si applicano le aliquote più elevate, salvo che per i singoli beni o diritti siano pattuiti distinti corrispettivi.

L'imposta di registro viene applicata:

a) in misura proporzionale: percentualmente in base al valore dell'atto o dichiarazione;

b) in misura fissa: per € 129,11 per ogni atto, salvo che per le locazioni di immobili in particolari casi, nei quali ammonta a € 51,65.

Contratti e atti per i quali viene richiesta la registrazione
Imposta di registro



Agenzia
misura fissa


Affitto d'azienda

- parte mobiliare
3%


- parte immobiliare
2%


Appalto e subappalto


- per la costruzione di case non di lusso da parte di co struttori per la rivendita o per ¡l privato che costruisce la propria abitazione
misura fissa


- per gli interventi di recupero autorizzati
misura fissa


- per la costruzione di opere di urbanizzazione impianti di depurazione ecc
misura fissa


- negli altri casi
3%


Associazione in partecipazione


- con apporto di solo lavoro
misura fissa


- con apporto di immobili e unità da diporto
imposta proporzionale


- con apporto di beni diversi da immobili e unità da diporto
misura fissa


Atti non nominati a contenuto patrimoniale
3%


Catering
misura fissa


Cessione dazienda o di rami dazienda
3%


Cessione del contratto
aliquota propria del contratto ceduto



Cessione di crediti
0.5%


Cessione di quote di società di capitali
misura fissa


Cessione di quote di società di persone
misura fissa


Commissione
misura fissa


Comodato
misura fissa


Concessione di vendita
misura fissa


Condizione sospensiva


Quando la condizione si verifica si riscuote la differenza tra
misura fissa

l'imposta dovuta e quella pagata in sede di registrazione.



Conferimento dazienda o di rami d'azienda
misura fissa



Divisione
1%



Engineering
misura fissa



Factoring
0.5%


Fidejussione
0.5%


Fondo rustico
0.5%


Fornitura
misura fissa


Franchising
misura fissa


Garanzie reali e personali se non richieste dalla legge
0.5%


GEIE
misura fissa


Ipoteca
imposta proporzionale


Leasing

misura fissa

Leasing immobiliare
misura fissa


Locazione


— soggetta ad IVA
€ 51

— esente IVA
2%


Lodo arbitrale imposta proporzionale


Mandato


- soggetto ad IVA
misura fissa

- non soggetto ad IVA
3%


Mediazione
misura fissa


Mutuo


— operazione esente IVA
misura fissa

— operazione esclusa IVA (tra privati)
3%


ONLUS
misura fissa


Pegno imposta proporzionale


Permuta


— fra privati
imposta che da luogo a

maggiore entrata tributaria


— fra soggetti IVA
IVA su entrambi i beni


— fra soggelto IVA e privato
IVA per il bene del soggetto IVA

e Registro per quello del privato



Preliminare


I contratti preliminari formati per corrispondenza purché non
misura fissa

abbiano ad oggetto immobili o beni mobili iscritti in pubblici

registri sono da registrare solo in caso d'uso.


Se il preliminare contiene le seguenti pattuizioni sconta

l'imposta di registro nella misura indicata:


— caparra confirmatoria
0.5%


— acconti se non soggetti ad IVA
3%



L'imposta proporzionale su caparre e acconti viene detratta dall'imposta principale al momento della registrazione del contratto definitivo (se questo non viene stipulato le somme versate non sono rimborsabili).


Prestazione d'opera
misura fissa


Procacciamento d'affari
misura fissa


Rendita
aliquote corrispondenti

al bene trasferito


Risoluzione del contratto



E' soggetta all'imposta in misura fissa se dipende da clausola o
misura fissa o proporzionale

condizione risolutiva espressa nel contratto o se è effettuata

con atto pubblico o scrittura autenticata entro il 2° giorno

non festivo successivo a quello in cui è stato concluso il

contratto; se è previsto un corrispettivo per la risoluzione

si applica in ogni caso limposta proporzionale.


Somministrazione
misura fissa


Sponsorizzazione
misura fissa


Subfornitura
misura fissa


Usufrutto
misura fissa


Uso
misura fissa


Vendita beni mobili


— soggetta ad IVA
misura fissa


— non soggetta ad IVA
3%


— a favore dello Stato o di enti pubblici territoriali
misura fissa


Vendita fabbricati


— da imprese costruttrici (con IVA)
misura fissa


— da imprese che effettuano interventi di recupero (con IVA)
misura fissa


— da imprese che effettuano rivendita (con IVA)
misura fissa


— da privati
7%


— da privati per prima casa
3%


— immobili di interesse artistico e storico
3%


— immobili situati all'estero
misura fissa


— a favore dello Stato
misura fissa


— a favore di enti pubblici territoriali
misura fissa


— a favore di ONLUS
misura fissa


— a favore di soci di cooperative edilizie
misura fissa


Vendita terreni agricoli


— da chiunque ad imprenditore agricolo cooperativa o
8%

associazione agricola


— da chiunque ad acquirenti diversi dai precedenti
15%


— da chiunque a contadino nell'ambito delle agevolazioni per la
misura fissa

formazione e l'arrotondamento della proprietà contadina


— da chiunque a coltivatore diretto in territori montani
misura fissa

per l'arrotondamento o l'accorpamento della proprietà

contadina


— terreni non situati in Italia
misura fissa


— a favore dello Stato
misura fissa


— a favore di altri enti pubblici
misura fissa


— a favore di ONLUS
misura fissa



Vendita terreni non agricoli


— da privati a chiunque
8%


— da soggetti IVA per terreni edificabili
misura fissa


— terreni non situati in Italia
misura fissa


— a favore dello Stato
misura fissa


— a favore di altri enti pubblici
misura fissa


— a favore di ONLUS
misura fissa


Ti potrebbero anche interessare:


Polizze di assistenza giuridica

Che cosa sono le clausole contrattuali

Come fare un ricorso

Come si legge una polizza assicurativa auto

Clausole contrattuali risoluzione

Torna a:




Che cosa sono le clausole contrattuali

Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html

Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube



Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...



Cerca sul web con Google:




NOVITA'!

'VIDEO TUTORIAL
DOWNLOAD AREA'

(Fai clic sull'immagine
qui sotto per vedere
una anteprima della
pagina di accesso)



L'accesso è riservato agli iscritti ai corsi on line www.mc2.it

Acquista anche uno solo
dei nostri corsi
per avere immediatamente
accesso alla
'Videotutorial Download Area': è facile, basta un clic:

http://www.mc2.it



Iscriviti alla newsletter: E' GRATIS! (?)

 Nome: (?)

 (?)

e-mail: (?)

 (?)

Newsletter:

formato preferito:

Microsoft Access (?)

Impariamo Excel e il VBA(?)

Internet "da zero"! (?)

Html (?)

Consiglio

(?) = Aiuto

Leggi qui la Informativa completa sulla privacy.