Testare la velocità della propria ADSL

Fare il test di velocità della vostra ADSL presuppone il possedere alcune conoscenze di base relative al collegamento tra il vostro pc e quello del provider.

Attualmente (2006) in Italia le velocità stanno aumentando e le offerte da 4, 6 e più megabit sono comuni, ma stanno diventando sempre più frequenti le offerte ADSL 2+, a 12 megabit.

Al momento solo Tiscali offre una banda di 24 megabit. La velocità media è a volte sotto il picco teorico perché la banda è frazionata fra molti utenti.

Come l'ADSL2 a 4 megabit soltanto chi abita in vicinanza della centrale telefonica potrà godere di questa velocità.

Il segnale decade rapidamente e a 5 km di distanza non è fattibile una linea più veloce di 640 kbit/sec. La banda minima garantita (Minimum Cell Rate, MCR) è a discrezione del provider.

Teoricamente ADSL non ha una velocità minima e massima, ma un solo parametro di velocità: nei contratti è infatti indicata una sola velocità, che propriamente è detta velocità di punta o di picco (Peak Cell Rate, PCR).

Gli operatori mettono a disposizione dell'utente un canale con date caratteristiche, quali PCR e MCR.

Eventuali rallentamenti possono essere dovuti a diversi fattori, tra cui congestione del nodo ATM oppure problemi di banda del nodo (server) remoto a cui si fanno richieste.

Alcuni operatori effettuano overbooking: la somma dei singoli MCR delle connessioni supera l'MCR del nodo di attestazione.

Questo significa che potrebbero verificarsi delle congestioni a causa dell'elevato traffico generato contemporaneamente dagli utenti.

In pratica, la stessa banda viene rivenduta più volta a persone diverse.

Il canone ADSL è legato all' "affitto" di una porta del DSLAM in centrale telefonica; se il numero di utenti per porta del DSLAM è troppo alto, cade la probabilità di creare un collegamento e la qualità del servizio. Un valore di riferimento è di 10-12 per ogni porta del DSLAM.

Il rallentamento si crea soprattutto nell'ultimo miglio, dalla centrale telefonica che è il POP di accesso alla casa dell'utente.

Il fatto che ADSL è un mezzo condiviso non è una necessità tecnica, ma una scelta commerciale dei provider; così come una diversa velocità di upload e download. Tali scelte sono state dettate da una migliore gestione ed ottimizzazione del traffico.

Se dovete valutare se la vostra attuale velocità di connessione ADSL è adatta, provate a vedere in quale tipologia di utente vi riconoscete.

Utilizzo ridotto: un'ora e mezza di collegamento alla settimana, scaricando qualche file e usando la posta elettronica con allegati di piccole-medie dimensioni.

Utilizzo medio: mezz'ora di collegamento ogni sera, passata prevalentemente a naviga.

Utilizzo medio-alto: un'ora al giorno, prevalentemente di sera e nei fine settimana, scaricano canzoni o altri file di medie dimensioni.

Utilizzo intenso: chi si collega per 15 ore settimanali (sempre soprattutto di sera e nei fine settimana), scaricando a più non posso.Prima di tutto, chiedetevi se avete davvero bisogno di un collegamento ad alta velocità.

Se non passate ore e ore collegati a Internet e se quando vi vollegate ne fate un uso moderato (per intenderci, un pò di navigazionem un pò di postelettronica, niente scaricamento file) può darsi benissimo che una buona ADSL base a 640 Kbps che oggi si trova a condizioni economiche possa essere più che sufficiente.

Se dove abitate non disponibile l'ADSL allora non vi resta che il buon vecchio modem a 56 Kbps, con il quale si può ancora lavorare a patto che vi scordiate immagini pesanti, filmati ecc. ma solo per il testo va benissimo!

Se passate molto tempo in rete scaricando file a più non posso, vi converrà orientarvi su un collegamento veloce (da 2 a 4 o più megabit/secondo se nella vostra località è disponibile, naturalmente).

Se volete navigare a velocità decenti, essere liberi di passare in rete quanto tempo volete, scaricando file con moderazione, la tipologia che fa al caso vostro è la ADSL da 1,2 MBps.

I collegamenti possono essere a consumo o flat, vi conviene già il secondo se utilizzate internet per almeno 12 ore al mese.

Glossario:

Banda:

nozione fondamentale per valutare la capacita' di trasporto delle reti di comunicazione, che possono essere a banda stretta o larga.

La differente larghezza e' in stretto rapporto con la quantita' di informazioni che e' possibile trasmettere e col tempo necessario alla loro comunicazione.

Una grande quantita' di dati,  necessari ad esempio per inviare o ricevere immagini  in movimento, richiede piu' tempo o una maggiore larghezza di banda rispetto alla trasmissione di semplici files di testo.

La normale rete telefonica, basata sul doppino di rame, e' un classico esempio di network a banda stretta, mentre le reti in fibra ottica sono a banda larga.

Alcune tecnologie come l'ADSL, tuttavia, utilizzano particolari modalita' di trasmissione, che permettono anche alle reti "strette" di veicolare grandi quantita' di dati.

Doppino:

Cavo costituito da due fili di rame, utilizzato nelle reti telefoniche per collegare i singoli apparecchi alla centrale.

Dial - up:

sistema di accesso alla rete per servizi di trasmissione dati ed Internet, realizzato con la connessione del proprio PC alla rete telefonica mediante l'utilizzo di un modem. (no ADSL) un collegamento ISDN è ancora considerato dial-up perchè necessita la composizione del numero telefonico e l'impengo di uno de 2 canali a 64 Kbps.

HDSL:

e' l'acronimo di High Bit-Rate Digital Subscriber Line (linea digitale ad alto livello bit per abbonati).

E' un sistema di trasmissioni di dati di tipo simmetrico, in grado cioe' di fornire la stessa ampiezza di banda sia in fase di scaricamento dati che in fase di trasmissione; questo significa dare all'utente la possibilita' di usufruire sia in fase di download che in quella di upload di una velocita' massima di 2 Mbit/s.

Kbps: misura della quantità di informazione trasmessa nell'unità di tempo (1 Kbps = 1000 bit trasmessi al secondo)

ISP: Internet Service Provider; e' colui che fornisce il servizio di connessione a Internet.

IP (Internet Protocol): e' la modalita' di trasporto dell'informazione (protocollo) adottata nella rete Internet.

Mbps: misura della quantita' di informazione trasmessa nell'unita' di tempo (1 Mbps = 1 milione di bit trasmessi al secondo)

Modem: Acronimo di Modulator – Demodulator (modulatore-demodulatore).

E' un dispositivo che seriale di un computer, affinche' i singoli bit possano modulare la portante che inverso, dunque demodula le restituisce i bit trasmessi.

PSTN (Public Switched Telephone Network): rete telefonica pubblica.

Ultimo miglio (Last Mile): Definizione gergale dell'ultimo tratto di cavo che in una rete di telecomunicazioni collega le centraline con le abitazioni degli utenti.

Il cosiddetto problema dell'ultimo miglio, cioe' la scelta del tipo di cavo o di tecnologia di trasmissione che e' opportuno utilizzare per questo collegamento, e' estremamente rilevante dal punto di vista tecnologico; infatti i costi di cablatura e di aggiornamento delle reti di telecomunicazioni dipendono dalla sua realizzazione. Links per testare la velocità della vostra ADSL o del vostro attuale provider (anche con modem 56K):

Ti potrebbero anche interessare:


Che cos'è il digital-divide ?

Confronto tariffa ADSL flat

Disdetta contratto adsl

Come configurare un router adsl

ADSL Ip Statico

Copertura ADSL territoriale

Come funziona la connessione ADSL

L'offerta di connettivita ADSL

Che cos'è la banda minima garantita?

Che cosa è la banda larga

Torna a:




In questa sezione vedremo più in dettaglio i seguenti articoli:

Disdetta contratto adsl

Disdire un contratto adsl a canone fisso e a durata minima oppure a durata indeterminata è un diritto del consumatore.

Come configurare un router adsl

Configurare un router adsl non significa altro che impostarne alcuni parametri essenziali come dominio, indirizzi ip, protocolli e dati identificativi di accesso al vostro provider.

ADSL Ip Statico

Un indirizzo IP statico consente di sfruttare funzionalità avanzate di rete ma è sconsigliato a chi non ha le necessarie competenze perché aumenta il rischio di subire accessi indesiderati al vostro pc e ai vostri dati.

Copertura ADSL territoriale

La copertura ADSL del territorio italiano è realizzata solo parzialmente dalle infrastrutture di Telecom Italia, di Fastweb e di altri operatori locali.

Confronto tariffa ADSL flat

Confrontare le varie tariffe adsl flat praticate da compagnie telefoniche e provider italiani è sempre più importante anche in considerazione del fatto che Internet da noi costa di più rispetto agli altri paesi europei.


Mini guide per il consumatore on-line


Home page MC2 E-Learning



Dr.Maurizio Cucchiara

Amministratore unico
MC2 E-Learning S.a r.l.
Formazione per il Web
autore del corso:
"VBA Corso Base"
disponibile on line su questo sito
http://www.mc2.it/html/vba.html

Condividi sui social network:

Social buttons



Iscriviti al nostro
nuovissimo
canale Youtube!


Iscrivi al nostro canale Youtube



Potrai restare aggiornato
sui nostri più recenti
video-tutorial su:
Microsoft Access ed Excel
e molto altro...



Cerca sul web con Google:






Iscriviti alla newsletter: E' GRATIS! (?)

 Nome: (?)

 (?)

e-mail: (?)

 (?)

Newsletter:

formato preferito:

Microsoft Access (?)

Impariamo Excel e il VBA(?)

Internet "da zero"! (?)

Html (?)

Consiglio

(?) = Aiuto

Leggi qui la Informativa completa sulla privacy.